SCEGLI DATA
FILTRA PER FILTRA PER

Cavalleria Rusticana

Cavalleria Rusticana

Cavalleria rusticana è un'opera in un unico atto di Pietro Mascagni, su libretto di Giovanni Targioni-Tozzetti e Guido Menasci, tratto dalla novella omonima di Giovanni Verga.

Cavalleria rusticana fu la prima opera composta da Mascagni ed è certamente la più nota fra le sedici composte dal compositore livornese (oltre a Cavalleria rusticana, solo Iris e L'amico Fritz sono rimaste nel repertorio stabile dei principali enti lirici). Il suo successo fu enorme già dalla prima volta in cui venne rappresentata al Teatro Costanzi di Roma, il 17 maggio 1890, e tale è rimasto fino a oggi.

LA TRAMA:
La storia è ambientata in un paese siciliano di fine ‘800, Vizzini. È il mattino del giorno di Pasqua: il giovane Turiddu, prima di partire per il servizio militare, giura il suo amore a Lola. Al suo ritorno (circa un anno dopo) però scopre che Lola s'è sposata con Alfio, il carrettiere del paese. È un duro colpo per Turiddu, che l'ama ancora. Per vendicarsi dell'affronto subito e superare il difficile momento, corteggia Santuzza, una giovane del paese ma, dopo averla sedotta, inizia a trascurarla perché passa il suo tempo ad aggirarsi nei dintorni dell'abitazione di Alfio, che è andato al lavoro, nella speranza d'incontrare Lola. Santuzza, addolorata e preoccupata, cerca Turiddu per avere spiegazioni sul suo comportamento. Si reca addirittura da Lucia, madre di Turiddu, e le racconta tutto: i suoi sentimenti per il figlio e il distacco di lui. All'arrivo di Turiddu tra i due giovani scoppia un'accesa lite, alla quale assiste anche Lola che passa lì vicino per recarsi alla chiesa per la messa di Pasqua e senza più ascoltare le parole di Santuzza, Turiddu la segue. Santuzza allora, offesa, decide di vendicarsi e, appena incontra Alfio di ritorno dal lavoro, gli riferisce che Lola gli è infedele. Finita la messa, Turiddu offre da bere agli amici all'osteria della madre. Offre un bicchiere anche ad Alfio il quale, sdegnato, lo rifiuta e, nel gesto di abbracciarlo, gli morde l'orecchio e in questo modo lo sfida a duello. Prima di recarsi alla sfida mortale, Turiddu saluta la madre Lucia e le chiede di avere cura di Santuzza. L'epilogo del duello è rappresentato dalle grida di una popolana che urla: "Hanno ammazzato compare Turiddu!"

La data
21 Gennaio Busto Arsizio, Teatro Sociale
25 maggio Montecatini, Teatro Verdi

Per maggiori informazioni

Acquista
  • 31.00 € - Poltronissima Numerata
  • 41.00 € - Poltronissima Vip Numerata
  • 21:00

Ti potrebbero interessare

Vuoi andare al cinema?

Ferdinand

Ferdinand

  • Uscita:
  • Regia: Carlos Saldanha

Ferdinando è un giovane toro dal cuore grande e gentile, che adora stare seduto sotto gli alberi e annusare fiori...

Star Wars: Gli Ultimi Jedi

Star Wars: Gli Ultimi Jedi

  • Uscita:
  • Regia: Rian Johnson
  • Cast: Oscar Isaac, Daisy Ridley, John Boyega, Adam...

Continuano le vicende di Ray e Finn nell'universo delle Guerre Stellari. I due si uniranno alle leggende della galassia...

Scheda e recensioni
Natale da chef

Natale da chef

  • Uscita:
  • Regia: Neri Parenti
  • Cast: Massimo Boldi, Biagio Izzo, Dario Bandiera, Enzo...

Gualtiero Saporito è un grande chef... ma solo nella sua testa! Infatti con i suoi arditi mix di ingredienti, cucina...

Scheda e recensioni
Super Vacanze di Natale

Super Vacanze di Natale

  • Uscita:
  • Regia: Paolo Ruffini
  • Cast: Christian De Sica, Massimo Boldi, Nadia Rinaldi,...

Film di montaggio che ripercorre 35 anni di cinepanettoni, con le sequenze più memorabili, gli sketch più divertenti, le...

Scheda e recensioni

Nel frattempo, in altre città d'Italia...